Adulti

Può capitare, nell’arco dell’età adulta, di attraversare fasi dolorose e difficili. La vita pone delle sfide, talvolta complesse, e non sempre l’adulto si sente in grado di poterle affrontare da solo. La consapevolezza delle proprie risorse, come anche delle fragilità, è un obiettivo importante ed essenziale per potersi relazionare in maniera attiva e responsabile. Vi sono poi condizioni dolorose più profonde, che possono acutizzarsi in certe fasi e che portano l’individuo a sacrificare molti ambiti della propria vita, gli impediscono di realizzarsi pienamente e lo costringono in una situazione stagnante. Il percorso potrà avere come obiettivo la consapevolezza della propria bellezza, fatta di risorse e limiti, per costruire o riscoprire il proprio progetto di vita.

 

Chi?
Adulti che vivono in situazioni problematiche o dolorose. Le condizioni cliniche possono essere legate a uno specifico evento stressante, luttuoso o traumatico. Oppure possono essere collegate, ad esempio, a:
Ansia, attacchi di panico, paure e fobie.
Depressione e disturbi dell’umore.
Difficoltà relazionali.
Disturbi psicosomatici (cefalee, insonnia, dolori, difficoltà digestive).
Dipendenze relazionali e da sostanze (alcool, droga, gioco d’azzardo, internet, pornografia).
Disturbi sessuali o legati all’identità di genere.
Disturbi di personalità.
Disturbi alimentari.

Alcune domande alle quali rispondere insieme:
Perché sto male?
Perché ho continui attacchi di panico?
Perché piango in continuazione senza motivo?
Perché mi sembra di non avere voglia di far nulla della mia vita?
Perché non riesco a separarmi da lui, anche se mi fa del male?
Perché quando mi guardo allo specchio non riesco ad accettarmi?
Perché mi sembra di non avere controllo sulla mia vita?
Perché da quando è morto mio padre sono cambiata in questo modo?
Perché non riesco mai a realizzare i miei progetti?

Come?
È indispensabile costruire insieme al soggetto la consapevolezza delle domande, delle aspettative e degli obiettivi realizzabili per il proprio progetto di cura. Tale processo richiede una fase osservativa ed esplorativa e solo al termine, nel caso in cui sia necessario, si può decidere insieme quale percorso sia più idoneo. Il progetto è unico e specifico per ciascuno, rispettoso e consapevole dell’individualità e della bellezza di ogni persona.

Quale progetto insieme?
Analisi della domanda.
Osservazione psicodiagnostica.
Sostegno psicologico individuale all’adulto.
Gruppo di sostegno psicologico condotto attraverso metodologia psicodrammatica.
Gruppo operativo.